Il CDA approva il progetto di bilancio per l'esercizio 2013

  • Risultato netto della gestione finanziaria pari a 81 milioni di Euro (79,3 milioni nel 2012); Utile netto pari a 9,8 milioni di Euro (9,5 milioni nel 2012)
  • Core Tier1 ratio a fine esercizio pari al 25,8% (21% al 31.12.2012)
  • Consolidato il posizionamento di vertice nel market making e nell’intermediazione obbligazionaria (2° posto in conto terzi su DomesticMOT, EuroMOT ed EuroTLX, 1° posto su Hi-MTF) e sul Mercato telematico azionario di Borsa Italiana (4° posto)
  • La Banca ha partecipato alle principali operazioni di capital market realizzate in Italia nel 2013 tra le quali, con il ruolo di Co-Dealer e market maker su incarico del Ministero dell’Economia e delle Finanze, il collocamento sul MOT delle due emissioni di BTP-Italia, per oltre 17 miliardi di Euro in aprile e per oltre 22 miliardi in novembre, quest’ultima la più grande emissione diretta sul pubblico retail mai realizzata in Europa

Milano, 27 febbraio 2014 – Il Consiglio di Amministrazione di Banca Akros – banca di Investimento e private banking del Gruppo Banca Popolare di Milano, presieduta da Graziano Tarantini e guidata dall’Amministratore Delegato Marco Turrina – ha approvato il progetto di bilancio per l’esercizio 2013.

“L’esercizio 2013 è stato caratterizzato da un positivo andamento dei principali mercati finanziari, pur in presenza di fasi di elevata volatilità e del perdurare della difficile fase congiunturale. La Banca, valorizzando la propria consolidata presenza e specializzazione nelle aree di prescelta focalizzazione, ha garantito il presidio dei principali mercati di operatività, con positivi riflessi nelle relative market share, nonché il costante adeguamento dell’offerta di servizi e prodotti in relazione all’evoluzione delle esigenze della clientela” commenta l’Amministratore Delegato Marco Turrina.

Nell’esercizio la Banca ha realizzato un risultato netto della gestione finanziaria pari a circa 81 milioni di Euro (+2,1% rispetto al 2012); l’utile netto si attesta a circa 9,8 milioni di Euro (+3,0%).

Al 31 dicembre 2013 il Core Tier 1 ratio e il Total Capital ratio risultano pari rispettivamente al 25,8% e al 27,1%. Tenendo conto del venir meno, a partire dal 1 gennaio 2014, della riduzione dei requisiti patrimoniali del 25% prevista per le banche appartenenti a gruppi bancari, i suddetti coefficienti risulterebbero rispettivamente pari al 19,3% e al 20,3%. Il Patrimonio netto ammonta a 185,7 milioni di Euro; non sono iscritti in bilancio avviamenti o altre attività immateriali a durata indefinita.

Con riferimento all’attività di market making:

  • il contributo dell’attività su titoli di Stato, obbligazioni domestiche ed Eurobond si è confermato rilevante; si segnala la partecipazione, in qualità di Co-Dealer e market maker su incarico del Ministero dell’Economia e delle Finanze, al collocamento sul mercato MOT delle due emissioni di BTP-Italia indicizzati all’inflazione, per oltre 17 miliardi di Euro nel mese di aprile e per oltre 22 miliardi nel mese di novembre, la più grande emissione diretta sul pubblico retail mai realizzata in Europa. Il corretto posizionamento del portafoglio obbligazionario di proprietà ha altresì consentito di cogliere le opportunità offerte, in particolare, dalla stabilizzazione del mercato del debito pubblico italiano;
  • nel corso dell’esercizio ha avuto avvio l’estensione a livello nazionale del progetto congiunto con la Capogruppo Bipiemme nelle attività di Corporate & Investment Banking nei confronti della clientela Imprese; anche in tale contesto si conferma centrale l’operatività, al servizio di aziende e controparti istituzionali, in strumenti di copertura dei rischi di tasso, cambio e commodity;
  • nell’operatività in strumenti derivati su azioni italiane e indicila Banca si conferma operatore di riferimento nei mercati regolamentati, ove opera in qualità di market maker su stock option e stock future, e OTC.

Nell’attività di intermediazione in conto terzi sui mercati regolamentati (Fonte: Assosim), Banca Akros ha:

  • consolidato la presenza al vertice nei mercati obbligazionari collocandosi al 2° posto tra gli operatori attivi nei segmenti DomesticMOT ed EuroMOT di Borsa Italiana (con una quota di mercato rispettivamente del 15,5% e del 17,6%), al 2° posto sul mercato EuroTLX (con una quota di mercato del 19,1%) e al 1° posto sul mercato Hi-MTF (con una quota di mercato del 28,1%);
  • raggiunto il 4° posto nel ranking sul Mercato telematico azionario di Borsa Italiana (5° nel 2012), registrando un significativo incremento della quota di mercato all’8,2%, e sul mercato ETFPlus per la negoziazione di ETF – Exchange Traded Fund (con una quota di mercato del 5,7%);
  • confermato, sui mercati dei derivati di Borsa Italiana, il 5°posto sui future sull’indice azionario FTSEMIB (con una quota di mercato del 3,4%) e il 1° posto nel mercato dei derivati sull’energia IDEX (con una quota di mercato del 34,1%).

L’intermediazione azionaria sui mercati esteri si avvale anche delle attività di ESN – European Securities Network, la partnership nella ricerca e negoziazione azionaria costituita da Banca Akros con altre otto banche di investimento europee fra loro indipendenti e attive nei rispettivi mercati azionari nazionali, che assicura agli investitori assenza di conflitti di interesse, indipendenza e ampio “corporate access”, grazie al coverage di 700 società europee quotate da parte di 100 analisti.

 

Si conferma di rilievo l’attività svolta al servizio della clientela retail della rete della Capogruppo BPM e di WeBank, garantendo l’accesso ai principali mercati finanziari domestici e internazionali, la ricerca automatica della best execution dinamica sui titoli a reddito fisso tramite il sistema proprietario SABE e la liquidità delle emissioni obbligazionarie del Gruppo mediante la gestione dell’Internalizzatore Sistematico.

 

Nelle attività di Equity Capital Market, la Banca ha partecipato alle offerte pubbliche finalizzate alla quotazione in Borsa delle società Moleskine S.p.A. e Moncler S.p.A., nonché al consorzio di collocamento e garanzia nell’operazione di aumento di capitale di RCS Mediagroup S.p.A.

 

Nell’ambito delle attività di Advisory, la Banca ha partecipato, in qualità di advisor finanziario nonché di intermediario incaricato del coordinamento della raccolta delle adesioni, all’Offerta pubblica di acquisto promossa da Meridiana S.p.A. su Meridiana Fly S.p.A. Nell’ottica di sviluppo di canali alternativi per il finanziamento delle esigenze delle PMI, si segnala l’attività di coordinamento svolta, in qualità di arranger, in relazione alla avvenuta costituzione del fondo specializzato nei c.d. “mini-bond”, gestito dalla società Anthilia S.G.R. e sottoscritto per 100 milioni di Euro dalla Capogruppo Bipiemme insieme ad altre sei banche. Nel credit advisory si segnala la strutturazione di due operazioni nel settore Gas & Power, di cui una ha visto la partecipazione di SACE, e della prima operazione di finanziamento con garanzia su attività di un primario produttore vinicolo italiano.

 

Nelle attività di Debt Capital Market, Banca Akros ha partecipato, con il ruolo di Lead Manager e Bookrunner, all’emissione presso investitori istituzionali di un bond senior della Capogruppo Bipiemme a tasso fisso di durata triennale, collocato nel mese di gennaio 2013 per l’importo di 750 milioni di Euro, nonché alla relativa riapertura realizzata nel mese di ottobre per l’importo di 150 milioni di Euro, e a oltre quindici emissioni, prevalentemente di primari emittenti finanziari europei, tra cui cinque della Banca Europea per gli Investimenti, in una delle quali ha svolto il ruolo di Joint Lead Manager e Bookrunner. Nel settore corporate la Banca ha partecipato, con il ruolo di Co-Lead Manager, al collocamento del bond istituzionale emesso da EI Towers S.p.A. e, con il ruolo di banca collocatrice, nell’offerta pubblica di sottoscrizione di obbligazioni realizzata da Mittel S.p.A.; da segnalare altresì la partecipazione, con il ruolo di intermediario incaricato della raccolta delle adesioni, all’Offerta pubblica di scambio promossa dalla stessa Mittel S.p.A. su proprie obbligazioni.

 

Nell’attività di Private Banking è proseguita la strategia di focalizzazione sul selezionato target di clientela nei segmenti affluent e high net worth, con un’offerta specializzata nell’amministrazione, raccolta ordini e gestione patrimoniale personalizzata. E’ stata completata l’adesione alla piattaforma Allfunds Bank S.A. che consente l’accesso a un’ampia selezione di fondi di investimento gestiti da numerosi operatori nell’Asset Management a livello internazionale. La valorizzazione dei patrimoni complessivi si attesta a circa 2 miliardi di Euro alla fine dell’esercizio, con un positivo ribilanciamento delle masse a favore di quelle gestite; il patrimonio medio per cliente è pari a oltre 1 milione di Euro.

 

Si ricorda che a seguito dell’intervenuta autorizzazione da parte della Banca d’Italia, è stata perfezionata l’operazione di incorporazione della controllata Akros Alternative Investments SGR S.p.A. nella Banca con efficacia dal 1 maggio 2013 e decorrenza dei relativi effetti contabili e fiscali dal 1 gennaio 2013.

I primi mesi del 2014 evidenziano un andamento aziendale positivo.

 

Banca Akros S.p.A

 

Conto economico riclassificato 2013 2012 Variazioni
(Euro/milioni) in valore in %
Risultato netto della gestione finanziaria 81,0 79,3 1,7 +2,1%
Utile ante imposte 24,7 18,1 6,6 +36,1%
Utile netto 9,8 9,5 0,3 +3,0%

 

Il Responsabile Incaricato della redazione dei Documenti Contabili dichiara che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

Clicca qui per scaricare il comunicato

 

 

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni economiche e contrattuali fare riferimento ai fogli informativi disponibili presso le filiali della banca e sul sito nella sezione Trasparenza.